L’alito pesante è un disturbo che può interessare chiunque (bambini, adulti, anziani) e può essere un motivo di disagio, specie nei rapporti interpersonali. Nella maggior parte dei casi l’alitosi è legata a cattive condizioni della bocca causate da un accumulo di residui di cibo o dall’accumulo dei batteri che vanno a formare la Placca Batterica o da cattive abitudini che possono essere corrette.

Cause dell’alitosi

Se dipende dalla bocca:

  • Cattiva igiene orale (nella maggior parte dei casi)
  • Parodontite condizione di estrema infiammazione della bocca e delle gengive e il conseguente odore emanato provocato dal metabolismo dei batteri anaerobi che si annidano sia nelle tasche parodontali che nelle lesioni cariose. Se l’alito cattivo si accompagna al sanguinamento delle gengive e al loro arrossamento, è possibile che si soffra dei primi stadi della parodontite ed è pertanto opportuno rivolgersi subito a uno specialistaper una diagnosi precisa e un percorso di cura adeguato
  • Assenza di idratazione del cavo orale quando abbiamo sete e la bocca secca siamo più propensi a soffrire di alito sgradevole, situazione che si verifica frequentemente nei pazienti affetti da Xerostomia e sindrome di Sjögren.

Se non dipende dalla bocca:

  • Malattie digestive come gastrite o reflusso gastroesofageo
  • Malattie sistemiche come diabete, disfunzioni epatiche o patologie renali
  • Malattie respiratorie come tonsillite, sinusite, bronchite.

Cause esterne dell’alito cattivo:

-Alcuni alimenti (aglio, cipolla, spezie particolarmente intense, ma anche caffè, zucchero e dolci preconfezionati) possono causare odori sgradevoli nell’alito fino a 72 ore dopo la loro assunzione

Alcol

Sigarette, sigari e più in generali i prodotti di tabacco

Sia le sigarette che l’alcol, infatti, oltre a lasciare uno sgradevole odore nel cavo orale contribuiscono anche alla sua disidratazione, di fatto acuendo l’alitosi.

Rimedi per l’alitosi

L’alitosi può essere diagnosticata con certezza con il supporto del vostro Odontoiatra/Igienista di fiducia, che saprà anche consigliarvi la terapia più corretta. In ogni caso, vi sono senza dubbio rimedi per l’alito cattivo che è possibile mettere in pratica anche autonomamente.

Consigli Pratici e rimedi per l’alito cattivo

  • Accurata igiene orale quotidiana
  • Igiene degli spazi interprossimali tra i denti, utilizzando scovolino o filo interdentale almeno una volta al giorno per rimuovere dai denti i residui di cibo
  • Pulizia della lingua con l’ausilio di un tradizionale spazzolino da denti o lo specifico nettalingua.
  • Collutori specifici, che contengano principi attivi utili a combattere l’alito cattivo. Tra questi, figurano il fluoro, lo zinco, gli eteri aromatici e gli oli essenziali.
  • Evitare il consumo di Alcol
  • Evitare il fumo
  • Sottoporsi ad un Controllo Odontoiatrico/ Seduta di Igiene Orale Professionale almeno una volta l’anno.

Inoltre, tra i rimedi per l’alito cattivo va senza dubbio menzionata l’acqua: è ideale non soltanto per ripulire la bocca da eventuali grossolani residui di cibo, ma anche per idratare il cavo orale.